Il nuovo Memorandum di cooperazione firmato a Roma


Italiano

Le attività della Cooperazione italiana allo sviluppo, svolte dall’Aics Tunisi hanno un nuovo quadro politico, giuridico ed istituzionale che garantisce la sua operatività. Questo quadro è delineato nel nuovo Memorandum della Cooperazione allo sviluppo firmato il 9 febbraio 2017 a Roma come ultimo atto della visita ufficiale del Presidente della Repubblica tunisina Beji Caid el Sebsi in Italia. Il nuovo Memorandum firmato dai due ministri degli Esteri dell’Italia e della Tunisia stabilisce  che il contributo italiano ai processi di sviluppo tunisini sarà pari ai  165.5 milioni di euro fino al 2020. Per l’Italia, si tratta di concretizzare le promesse dopo gli impegni assunti dalla Cooperazione Italiana durante la Conferenza Tunisia2020, dov’è stato presentato il piano di sviluppo  e  di ricostruzione del tessuto economico sociale del governo tunisino  fino al 2020. Il nuovo Memorandum garantirà l’avvio di nuovi progetti nei settori della creazione di impiego e l’inclusione finanziaria, il sostegno allo sviluppo regionale e locale, l’educazione per la lotta all’abbandono scolastico e il miglioramento dell’alimentazione scolastica, l’energia (studio sulla interconnessione energetica tra Italia e Tunisia) e la governance delle migrazioni attraverso il lavoro e la protezione dei diritti dei migranti e l’implicazione della diaspora tunisina in Italia.

 


Related Posts