Mashrou3i - Storie di successo in Tunisia


Italiano

Ho appena iniziato, ma sono molto ambizioso riguardo al futuro della mia attività. Ho praticamente tutte le macchine di cui ho bisogno e sto mettendo a punto la strategia di marketing con il mio nuovo partner che sta aprendo una showroom a Soukra”.  Questo il programma di Houssem Bahrini, imprenditore tunisino di appena 32 anni.

Nato nel villaggio di Slouguya, nell’entroterra del Paese, Houssem ha ottenuto il diploma di tecnico industriale nel 2010 per poi iniziare subito a lavorare in un centro di formazione specializzato nel 3D e nei disegni tecnici. Dopo qualche anno passato come semplice impiegato, Houssem ha tuttavia sentito la spinta per intraprendere il grande passo. Avviare una sua attività.

 “Sono stato messo in contatto con l'esperto regionale Mashrou3i che ha immediatamente offerto il suo supporto e diagnosticato i miei bisogni, l'esperto mi ha aiutato a ottenere rapidamente un capitale e mi ha fornito assistenza tecnica continua per garantire l’avvio e il buon funzionamento della mia azienda”. Houssem è cosi riuscito a superare le difficoltà che molti imprenditori tunisini possono riscontrare all’inizio della loro carriera nell’ottenimento di un finanziamento, riuscendo a farlo grazie al supporto dell’iniziativa Mashrou3i che, letteralmente in arabo, significa “il mio progetto”. 

Si tratta di un programma di partnership pubblico-privato eseguito dall'Organizzazione per lo sviluppo industriale delle Nazioni Unite (UNIDO). Sostenuto dal governo tunisino, Mashrou3i è finanziato dall'Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale (USAID) e dalla Cooperazione italiana. Il programma è nato nel 2013 ed è entrato ora già nella sua seconda fase, che terminerà nel 2021 con un impegno finanziario della cooperazione italiana pari a 1 950 000 €.

Mashrou3i mira a promuovere l'imprenditorialità tra i giovani grazie alla creazione e allo sviluppo di imprese nelle aree più povere della Tunisia. Attraverso la diffusione di capacità e attitudini imprenditoriali, il progetto vuole consentire agli imprenditori di creare e sviluppare le proprie attività al fine di generare nuove opportunità di lavoro per i giovani nella loro regione e anche di aumentare la competitività delle piccole e medie imprese. Grazie a questo sostegno Houssem ha potuto cosi dar vita all’azienda PRO KWIZINE, un'unità di produzione di mobili con 13 impiegati permanenti, nata proprio nel suo villaggio natale.

  

L’iniziativa Mashrou3i si sta poi distinguendo per il suo notevole dinamismo, grazie al quale la sua azione non si limita al semplice finanziamento di attività imprenditoriali, ma alla creazione di un ambiente favorevole allo sviluppo sociale della comunità. Esempio di questa natura eclettica è la partecipazione del Mashrou3i come ente promotore del concorso Fast Track. Un’iniziativa svoltasi a Bizerta tra l’11 e il 13 maggio che ha premiato 15 imprenditori con le migliori idee tra i 58 che avevano partecipato alle tre settimane di formazione precedenti. Gli imprenditori tunisini vincitori potranno cosi avvalersi dei fondi messi a disposizione dall l’iniziativa insieme alle borse di studio.

Questi workshop sono stati molto utili. Sono stato in grado di riprendere fiducia in me stesso e nel mio progetto, rafforzare le mie capacità comunicative e presentare meglio il mio progetto. Oggi so come difendere il mio progetto di business con investitori, partner o clienti ”, cosi ha dichiarato uno dei vincitori del concorso.  Grazie a questa capacità di coinvolgimento della comunità tunisina il progetto Mashrou3i ha tra gli obiettivi la creazione di 6000 posti di lavoro da qui fino al 2021, potendo operare in 14 governatorati lungo tutto il Paese: Béjà, Gafsa, Gabès, Jendouba, Kairouan, Kasserine, Le Kef, Kébili, Médenine, Sidi Bouzid, Siliana, Tataouine, Tozeur e Zaghouan.


Related Posts