Dal novembre 2016 il dottore Flavio Lovisolo è responsabile della sede regionale (Tunisia, Libia, Marocco e Mauritania) dell’AICS a Tunisi.

Dopo la Laurea in Scienze Agrarie all’Università degli Studi di Milano con indirizzo di Economia agraria si è interessato subito ai problemi dello sviluppo e  della cooperazione internazionale. Ha avuto una prima opportunità di lavoro nel 1981 in un campo profughi in Somalia ed in seguito come esperto della FAO in Gabon. Ha continuato queste esperienze come capo progetto in Mauritania, poi come consulente ed infine dal 1990 come esperto in cooperazione allo sviluppo presso la Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri italiano.

Con l’entrata in vigore della nuova legge italiana sulla Cooperazione allo Sviluppo, dal gennaio 2016 fa parte dei funzionari dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo sviluppo (AICS). Il dottor Lovisolo ha diretto gli Uffici di Cooperazione allo sviluppo presso le Ambasciate di Nairobi (1996 -1999) con competenza regionale (Kenya, Somalia, Sud Sudan), del Marocco (1999 - 2001), dell’Albania (2006 – 2010) ed è stato il responsabile della risposta italiana alla crisi siriana presso l’Ufficio regionale di Beirut (20012 – 2016) con competenza per Libano, Siria, Turchia, Iraq (Kurdistan) e Giordania.

Nel corso degli anni ha anche  collaborato con Istituti di Ricerca, Centri Studi, Organizzazioni Internazionali ed Università su temi riguardanti la sicurezza alimentare, lo sviluppo rurale e lo sviluppo territoriale e locale. In questo ambito ha avuto modo, tra l’altro, dal 2001 al 2006 di essere il rappresentante italiano presso il gruppo di esperti dell’OCSE/DAC a Parigi che ha analizzato il contributo dell’agricoltura nei processi di sviluppo (Promoting Pro Poor Growth, Agricolture) ed è stato l’esperto italiano che ha partecipato ai lavori preparatori del G20 (Francia)  e del G8 (USA) per il tema della sicurezza alimentare (2010 – 2012) e, nello stesso periodo, è stato rappresentante italiano presso il gruppo di lavoro sullo sviluppo rurale e agricolo della EU.

Clicca qui per leggere l'intervista completa a Flavio Lovisolo